Ultimo spettacolo della rassegna LA SARDEGNA DRI TEATRI DOMENICA 31 ore 20:30 Bocheteatro di via Trieste 48 a Nuoro

In collaborazione con Cedac Sardegna

Fabbrica srl

Laika

di Ascanio Celestini

 

con Ascanio Celestini

e Gianluca Casadei alla fisarmonica

voce fuori campo Alba Rohrwacher

 

regia Ascanio Celestini

 

produzione Fabbrica srl

 

“Ha visto signora?

Noi abbiamo assistito a un prodigio.

Tre persone nel cuore della notte

sono scese in strada

per salvare la vita a un barbone”.

 

Laika, prima parte della trilogia

 

Tornando dal bar il personaggio narratore (un ubriacone? un povero cristo qualunque?) racconta a Pietro, col quale divide un monolocale, i prodigi ai quali ha assistito. Nulla di inspiegabile, ma proprio per questo straordinari. I prodigi della solidarietà tra gli umili. Della vecchia che insegna alla prostituta che per il sapere e la cultura non serve il denaro, che i libri nelle biblioteche sono gratis e che anche i musei un giorno al mese aprono le porte anche ai barboni. Ed è proprio il barbone che in questa storia dorme nel parcheggio di un supermercato a cucire insieme tutte le storie. L’ultimo tra gli ultimi. L’unico che nemmeno parla. Ma anche quello che, sopravvissuto alla traversata del deserto e del mare è finito in quel mondo sotterraneo del lavoro che produce per tutti, ma che non è visibile a nessuno. Infatti “Laika” è soprattutto questo: un piazzale nel quale si incontrano la fatica e l’umiliazione del lavoro, la rabbia e la solidarietà di chi non ha nulla da perdere e per questo riesce ad alzare la testa.

 

LAIKA, che ha debuttato in Italia nel novembre 2015, è la prima parte di una trilogia che procede parallelamente in Italia e in Francia/Belgio.

LAIKA nella sua versione franco/belga ha debuttato a gennaio 2017 al Festival de Liége e pochi giorni dopo è stato seguito da DÉPAYSEMENT, versione francofona di PUEBLO. In Italia PUEBLO ha debuttato il 17 ottobre 2017.

 

Della terza parte so ancora poco, ma ci troveremo nella stessa periferia del mondo e dell’attenzione.

Ascanio Celestini

 

 

Ascanio Celestini porta in scena, in maniera grottesca e ironica, un Gesù improbabile che dice di essere stato mandato molte volte nel mondo e che si confronta coi propri dubbi e le proprie paure. Vive chiuso in un appartamento di qualche periferia. Dalla sua finestra si vede il parcheggio di un supermercato e il barbone che di giorno chiede l’elemosina e di notte dorme tra i cartoni. Con Cristo c’è Pietro che passa gran parte del tempo fuori di casa ad operare concretamente nel mondo: fa la spesa, compra pezzi di ricambio per riparare lo scaldabagno, si arrangia a fare piccoli lavori saltuari per guadagnare qualcosa. Questa volta Cristo non si è incarnato per redimere l’umanità, ma solo per osservarla.

 

Durata: 1 ora e 20 minuti senza intervallo.

A Febbraio riprendono i corsi di formazione

Il prossimo mese di febbraio ripartiranno i corsi di teatro condotti Bocheteatro, rivolti a tutte le età. Il percorso formativo teatrale tenuto dalla compagnia presso il Teatro Bocheteatro di Via Trieste 48, spesso accompagna la crescita della persona nel tempo e cerca di garantire continuità negli anni. 

Cliccate sotto per scoprire l'intera offerta formativa 

PROGETTO "TEATRO ABITATO" sostieni la campagna di Crawdfunding dalla piattaforma produzionidalbasso.com

Buongiorno a tutti, 

Come già sapete, Bocheteatro gestisce dall’ottobre 2016 il nuovo teatro in via Trieste 48. 

Numerose le iniziative portate avanti in questi anni: rassegne, laboratori, conferenze, presentazioni di libri, mostre, installazioni.

Da ieri è partita una campagna di crowdfunding per poter acquistare arredi per l’allestimento in sala di un telo di proiezione e di un video proiettore digitale per poter offrire al centro di Nuoro una sala attrezzata per il cinema. 

Potete donare  tramite la piattaforma di cui allego il link oppure direttamente in teatro aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13:30. Grazie a tutti! W il teatro!Come verranno utilizzati i fondi:

acquisto di

telo di proiezione per il cinema

proiettore digitale professionale 

 n. 10 tavoli per laboratori d'arte da sistemare nel foyer

 n. 10/20 cavalletti pittore per allestimento di mostre e installazioni

 n. 100 sedie pieghevoli o impilabili per attività da proporre nel foyer del teatro

 sistema modulare di scaffalattura per allestimento della biblioteca tematica sul teatro, deposito materiale per laboratori e bookshop

Potete donare  tramite la piattaforma di cui allego il link

http://sostieni.link/20503

oppure direttamente in teatro aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13:30. Grazie a tutti! W il teatro!

 

Di cosa si tratta

TEATRO ABITATO è un progetto che nasce per ABITARE il teatro con l'intento di proporre ogni giorno varie attività: spettacoli, laboratori, mostre, allestimenti artistici, presentazione di libri. Per fare questo abbiamo pensato di creare spazi flessibili dove ospitare Laboratori, un Bookshop e un Caffè 

Di cosa si tratta

TEATRO ABITATO è un progetto che nasce per ABITARE il teatro con l'intento di proporre ogni giorno varie attività: spettacoli, laboratori, mostre, allestimenti artistici, presentazione di libri. Per fare questo abbiamo pensato di creare spazi flessibili dove ospitare Laboratori, un Bookshop e un Caffè.

 

Il Bookshop è la libreria teatrale specializzata di Bocheteatro, che sarà aperta anche durante gli spettacoli, mette a disposizione tanti saggi e testi teatrali

Il Caffè TeatroAbitato è un punto ristoro dotato di un ampio spazio nel foyer del Teatro. Sarà aperto durante tutte le attività del Teatro e proporrà aperitivi a tema, degustazioni guidate, buffet, cocktail e merende per bambini a Km zero.

 

Con la campagna TEATRO ABITATO, l'Associazione Bocheteatro intende raccogliere una parte dei fondi necessari per l'acquisto di arredi, per l'avvio dei laboratori artistici per bambini e ragazzi, nella struttura sita in via Trieste 48, che dall'ottobre 2017 è stata affidata alla nostra gestione.

Per far vivere il Teatro,, c'è bisogno anche del tuo aiuto!

 

Con TEATRO ABITATO si vuole coinvolgere l'intera comunità in questo grande progetto dove ognuno, anche con una piccola donazione, può contribuire concretamente allle attività ed in particolare all'acquisto di alcuni arredi per la realizzazione di progetti con i giovani ed i giovanissimi e consentire la pianificazione di una programmazione culturale continuativa e sempre più al passo coi tempi e i bisogni della gente. Il materiale sarà concretamente acquistato una volta raggiunta la quota di 15.000 Euro.

 

Per realizzare il progetto e avviare le attività abbiamo bisogno del vostro sostegno economico.




Ecco negli anni solo alcune delle nostre attività per bambini e ragazzi organizzati a Nuoro e Provincia




 

 

Bocheteatro propone numerose serate di degustazione e spettacolo  nel nuovo spazio Teatro S. Giuseppe, ubicato in Via Trieste n°48, al centro della città di Nuoro.

 

Bocheteatro nasce nel Marzo del 1988 con una precisa finalità: la creazione a Nuoro di un centro teatrale  per la ricerca e la sperimentazione, come centro di raccolta ed organizzazione di diverse attività nel settore, da quelle di studio e ricerca teorica a quelle strettamente produttive di spettacoli, da quelle di formazione professionale e di incontro degli operatori, a quelle di proposta al pubblico di spettacoli e interventi diffusi nel territorio. 

Di tale progetto Bocheteatro si è fatto promotore partendo dalle considerazioni scaturite dall'analisi della realtà socioculturale del territorio dove la tradizione del teatro come mezzo di espressione era pressoché inesistente. 

 Si tratta di una struttura flessibile, che non tende in nessun modo alla ormai vecchia forma del teatro stabile, bensì un centro di raccolta e smistamento di tutte quelle attività rivolte soprattutto allo studio per la realizzazione di progetti operativi in tutti i settori di competenza: ricerca, produzione, formazione, proposta; progetti comunque finalizzati al radicamento sul territorio dal quale le iniziative scaturiscono.