· 

Viaggi emozionali

 con il contributo del Comune di Galtellì

in collaborazione con la Pro Loco 

"Viaggi Emozionali, da testi di Grazia Deledda"

A Galtellì, secondo appuntamento dei “Viaggi Emozionali – teatro itinerante da opere di Grazia Deledda”, giovedì 24 Agosto alle ore 20,30, presso il belvedere della Chiesa di San Pietro, a cura della Compagnia Bocheteatro di Nuoro, con il Contributo del Comune di Galtellì e la collaborazione della Pro Loco, il gruppo laboratoriale degli bambini diretti da Monica Corimbi che ha curato anche la regia e l’adattamento drammaturgico del romanzo,  presenta “Viaggi Emozionali”, percorso che si snoda per tutto il centro storico di Galtelli, e sarà replicato il 31 agosto ed il 7 settembre.

 In uno scenario di incomparabile bellezza e suggestione, all’ombra del monte Tuttavista, l’antica Galte rivive per un giorno le commoventi e affascinanti vicissitudini di Efix e delle dame Pintor, la cui casa si conserva ancora nel centro storico del paese;  ed è proprio in questa casa che la Deledda ha tratto ispirazione per il suo  romanzo, durante un suo soggiorno ai primi del secolo con la sorella Nicolina. I personaggi  sono creature esposte alla dure leggi di una realtà molto povera, ostile, lontana da quel continente della rivoluzione industriale. 

Protagonisti, sempre tesi tra peccato e rimorso, fra impulso sentimentale e il rispetto delle regole e della legge:

il fedele servo Efix, le tre dame Pintor, il nipote di queste ultime Giacinto, e ancora Grixenda, Don Predu, Pottoi e tanti altri personaggi.

Particolare magia è data dalla riproposizione delle atmosfere lunari descritte nell’opera, quando “il popolo misterioso dei folletti, delle fate e degli spiriti erranti” anima il trascorrere della notte al “sospiro delle canne” lungo il fiume  Cedrino. Il teatro dunque, oltre che come  strumento per difendere quel patrimonio culturale, identitario e sociale che contraddistingue questo bellissimo paese della Baronia, valorizzando e recuperando al contempo il patrimonio inestimabile e unico del centro storico, quale strumento per far conoscere la scrittrice nuorese Grazia Deledda e le sue opere, ai tanti turisti che ogni anno vengono ad assistere alla manifestazione.